mercoledì 22 luglio 2020

Santuario della Beata Vergine del Castello

Glauco Silvestri
Fiorano modenese, noto ai più per il vicino tracciato dove la Ferrari collauda le sue vetture, è un piccolo paese che vive grazie alle ceramiche, e gli stabilimenti dominano ormai le sue campagne, al punto che dal piccolo monte ove sorge il Santuario di cui vi voglio parlare oggi, non si riconosce più il paesaggio impresso nei cartelloni messi appositamente per i turisti intorno agli anni settanta.



Il monte in cui sorge il santuario era sede di un castello costruito attorno al 900 per difendere le popolazioni della zona dagli attacchi barbarici.


Il Santuario nacque parecchio tempo dopo, nel 1300 il castello fu messo a ferro e fuoco dopo un lungo assedio, e distrutto definitivamente. Al suo posto - parecchi secoli più tardi - arrivò la costruzione di cui parliamo oggi, in ringraziamento per la protezione della peste in seguito alle preghiere rivolte alla Vergine del Castello.



Eretto nel 1634, il Santuario ha un aspetto barocco, con una bella cupola centrale e due torri campanarie. L'interno è riccamente decorato... Mi spiace solo di non potervelo mostrare perché non ho potuto scattare foto per rispetto alle funzioni religiose in corso al momento della mia visita.
Ovviamente, al suo interno è conservata l'immagine della Vergine del Castello, attorniata da una ricca collezione di ex-voto, a testimonianza dei tanti miracoli a lei attribuiti.



E' una costruzione davvero affascinante, e dal piccolo colle si domina tutto il territorio circostante. Si dice che da lì, nelle giornate più terse, si possa vedere il duomo di Modena.
Bella anche la piazza dedicata a Papa Giovanni Paolo II, peccato solo che durante le funzioni diventi un parcheggio vero e proprio. Attorno al santuario è presente anche un bel giardino... Luogo davvero desiderabile in questi giorni afosi.


Il video che segue l'ho potuto girare grazie al permesso ottenuto dal parroco, a cui gentilmente ho mandato una copia 'personalizzata' così che possa usarlo per le sue necessità di promozione delle attività ecclesiastiche.

Carina anche la piazza di Fiorano, ovviamente deserta in questi giorni di afa, ma davvero ampia, con il teatro da una parte, e il municipio dall'altra... E anche un po' di verde, che non guasta mai.




Per maggiori info: qui e qui.




Scopri i miei ebook cliccando QUI






About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')