giovedì 4 luglio 2019

Le cascate del #Dardagna - #Fotografia #Viaggi #Natura

Glauco Silvestri
Il Dardagna è un torrente che taglia il parco naturale del Corno alle Scale. E' un torrente impetuoso, e lungo il suo percorso è possibile ammirarlo nelle sue cascatelle, e cascate vere e proprie. L'ambiente attorno a lui è un bosco di faggi davvero imponente, e il sottobosco affascina per le sue luci, le ragnatele che paiono tappeti intarsiati, e muschio... Muschio ovunque.

Madonna dell’Acero

La nostra escursione ha avuto inizio dal piccolo santuario di Madonna dell'Acero. Qui è presente un bell'Acero centenario, oggi segnato da una brutta cicatrice dopo l'essere stato colpito da un fulmine ormai diversi anni fa. E' la base di partenza ideale. C'è un bel prato, un po' di panchine, una fontana, tanto fresco, tanta, ma tanta, pace.

Faggi

Spider webs

Dardagna

Saltando di roccia in roccia

Da qui partono diversi sentieri. Quello che conduce alla base delle cascate è per tutti quanti. Sono 45 minuti di cammino facili facili. Ma da lì, la faccenda si complica, perché bisogna risalire un torrente che si butta eroicamente da una montagna, saltando di roccia in roccia, con tanta energia da affascinare chi è presente.

Falling wild

Cascate

Magic moments

La salita è faticosa, ma merita davvero tanto. Per cui rimaniamo alla base della prima cascata giusto il tempo per refrigerarci un pochino, per fare qualche foto, per giocare con l'acqua... Ma l'avventura ci chiama!

White

Beauty

Viola
I
l percorso sale immediatamente, e non da tregua. Nei punti più difficili sono presenti dei gradoni che permettono di avanzare senza bisogno di legarsi a qualcosa, o di aggrapparsi a un albero. Si sale seguendo l'acqua, e di rado ci si allontana. La natura circostante non è certo un giardino, ma compaiono piccoli fiori, di quelli che si incontrano solo ad alta quota. Madonna dell'Acero è a 1300 metri, circa, dal livello del mare. Le cascate salgono molto di più, arriviamo - volendo - fino ai 1700 metri, e continuando sul percorso è possibile raggiungere persino il lago Scafaiolo (n.d.r. Vi ricordate? Ve ne ho già parlato in passato), oppure è possibile deviare e - più comodamente - si può raggiungere il Cavone (n.d.r. Anche di questo lago vi ho già parlato).

Up to The Hill

Falls

Cascate nascoste

E una volta arrivati all'ultima cascata? Se il tempo lo permette, si può davvero pensare di raggiungere lo Scafaiolo. A spanne sarà un'ora, forse due (n.d.r. A seconda del passo che uno ha), non di più. Noi abbiamo percorso un bel pezzetto di questo percorso, ma ci siamo fermati in un punto dove avremmo dovuto guadare il Dardagna. Niente di difficile, ma erano già le sette di sera, meglio evitare.

Still water

Ammetto di non aver scattato molte foto in questa occasione, e ammetto anche che - volendo giocare con i tempi lunghi - alcune mi son venute mosse a causa del vento, e a causa dei punti d'appoggio precari su cui potevo contare. Di conseguenza la selezione di immagini che trovate qui non sarà molto più ricca di quanto avete già potuto assaporare in questo articolo. A ogni modo, se il posto vi ha stuzzicato, vi consiglio comunque di andare a vedere anche il resto delle immagini.
Buona visione e... Alla prossima occasione.




Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')