giovedì 14 dicembre 2017

Certaldo - #ReportageFotografico

Glauco Silvestri
Eccomi nuovamente a parlare di fotografia, sempre rimanendo in Toscana, e sempre raccontandovi un altro piccolo momento di un 'weekend lungo' trascorso tra gli appennini caratterizzati dalla Cinta Senese e la mitica Fiorentina.
In questa occasione parliamo di Certaldo, un piccolo comune toscano che ha dato i natali al Boccaccio, e che è davvero un angolino d'Italia molto affascinante.
Ovviamente parlo del nucleo storico di questa cittadina, che può essere raggiunto sia a piedi, sia con una breve funicolare (n.d.r. Che ha sempre il suo fascino).
Noi, da bravi camminatori, abbiamo optato per la prima soluzione, scegliendo tra le altre cose un percorso in mezzo al verde e un po' dimenticato dagli esseri umani... Ma non dai gatti.

Sentinella

Questo percorso si inerpica sulla collina con una certa fretta, e porta in paese attraverso una piccola porta d'accesso, da cui è possibile ammirare l'intero abitato a valle, anche attraverso piccole garitte oggi usate solo a scopo ornamentale delle vecchie mura di fortificazione.

Attraverso le Sbarre

Il piccolo borgo medievale di Certaldo, si presenta subito facendoci approdare alla casa del Boccaccio, oggi museo, che ahimè è una ricostruzione moderna, visto che durante la seconda guerra mondiale fu rasa al suolo da un bombardamento.
Caratteristica tipica di questi paesini sono le vie strette, con le case accalcate l'una all'altra, tra le quali compaiono quasi per magia delle piccole piazzette, in pietra, con qualche albero, delle statue, panchine, vasi di fiori, e da cui è possibile ammirare i tetti delle altre costruzioni, o ancora qualche addobbo floreale.

Vicoli Caratteristici

Barca

Scarpe

La bellezza è nei dettagli, come il pozzo addobbato con i fiori, o la buchetta postale di una casetta, ma alla fine della fiera lo sguardo viene catturato dalla maestosità del Palazzo Pretorio, sulla cui facciata appaiono gli stemmi nobiliari, e che al primo sguardo appare quasi come un castello, con le sue mura merlate, la torre, e una struttura davvero particolare.

Il Palazzo!

Il Pozzo

C'è posta per te

La sera scende in fretta tra i colli toscani, e la penombra viene subito rischiarata dai lampioni che si accendono uno dopo l'altro. L'aria è quella dei presepi natalizi, e sarebbe bello potersi intrattenere ancora in questo luogo fatato, ma è ormai tempo di rientrare.
Questa volta scegliamo di seguire un percorso - sempre a piedi - che conduce alla Certaldo moderna passando per la porta principale del borgo originale. C'è giusto il tempo di un'ultimo scatto, quello che potete vedere qui di seguito, e poi giù, per la stradina, tra le case diroccate, i panni stesi, gli immancabili gatti, e il traffico.

Porta del Paese

Altri scatti dedicati a Certaldo li potete trovare, come sempre, cliccando qui, sulla mia pagina Flickr. Buona visione e... Il prossimo post fotografico vi parlerà di un mito che di sicuro accenderà i vostri cuori.



Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

2 commenti:

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')