sabato 4 agosto 2018

Il Museo Lamborghini

Glauco Silvestri
Quando arriva l'estate vien voglia di non pensare più a niente, ma a volte - invece - si coglie l'attimo per fare cose che si vorrebbe, ma che alla fine non si riesce mai a fare. Una di queste cose era - per me che abito a due passi da Sant'Agata Bolognese, andare a visitare il Museo Lamborghini
Non ci ero mai stato in vita mia... E no, non va bene per niente!
Voglio dire, per uno come me, con le vetture emiliane nel cuore, come potevo ignorare la sede della Lamborghini, e come potevo non andare a visitare un luogo sacro come quello? Ok... La visita costa un botto, ma - se proprio non si può fare un giro della fabbrica - almeno il museo merita una visitina, non credete anche voi?

Jalpa

E in questa occasione l'esposizione era dedicata alle Lambo apparse nei film, dalla Jalpa di Rocky IV fino alla Gallardo LP570-4 protagonista di Veloce come il Vento.

Gallardo LP570-4

Non mancano le vetture fondamentali per la storia di questa azienda. La primissima Lamborghini, la 350GT, e la Countach sono regine incontrastate dell'esposizione.

Countach LP400

350 GT

Non mancano neppure la Miura e il mastodontico Cheetah. Quest'ultimo pensato per l'esercito americano ma... Ahimè non piacque, e così da questo progetto ambizioso ne nacque uno forse un po' prematuro, ovvero il SUV LM002.

Miura P400 SV 

Cheetah

LM 002

E poi ancora tanti altri modelli, uno più sfizioso e interessante dell'altro. Ovviamente non potevano mancare gli ultimi gioielli della casa, come la Veneno, la Centenario, e la Sesto Elemento.

Power

La Centenario

La Sesto Elemento

Che esperienza, ragazzi! 
Vi consiglio di andare a visitarlo. Io, nel frattempo, vi lascio con altre foto del museo, le trovate cliccando qui, sul mio album Flickr dedicato alla Lamborghini.



Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')