mercoledì 22 giugno 2022

2067, Battaglia per il Futuro

Glauco Silvestri
No! Non c'è alcuna Battaglia per il Futuro in questo film di fantascienza. 2067 Battaglia per il Futuro parla in realtà di viaggi nel tempo. Pensa un po' te! Immagino che molti spettatori si siano trovati spaesati non appena abbiano capito che non ci sarebbero state battaglie, nel film che stavano vedendo.

La vicenda è molto semplice. Nel 2067 il pianeta è ormai preda di una crisi ambientale inimmaginabile. L'atmosfera è irrespirabile. Le città sono ormai decimate, e chi vive, respira costantemente aria prodotta artificialmente, attraverso maschera e bombole... Solo che in questa 'aria artificiale' c'è qualcosa che crea - a lungo termine - una sorta di rigetto. Insomma. Senza maschera si muore, con la maschera si muore lentamente, ma si muore comunque. E così, eccoci nell'ultimo avamposto umano. Ormai il pianeta è morto! E su questa città si lavora a una macchina del tempo. Lo scopo è andare avanti di 400 anni nella speranza che chi ci vivrà sarà disposto a spiegare come hanno fatto a salvare il pianeta.
Alla prima attivazione del dispositivo, però, avviene il colpo di scena: Arriva un messaggio inaspettato! 
Mandate Ethan Whyte.
E così mandano Ethan nel futuro... Che poi è il figlio dello scienziato che ha inventato la macchina del tempo. Nel futuro, Ethan trova una foresta vergine. Dopo un primo momento di gioia, si rende conto che però non c'è anima viva attorno a lui. 
Preso dal panico, Ethan cerca il laboratorio da cui è partito, nella speranza di trovarci degli scienziati, e invece, ci trova sé stesso morto per un colpo di pistola!

Non vi svelo altro... Ma sappiate che qui si gioca molto con i paradossi temporali, lo si fa con cautela, ma allo stesso tempo, si cede ad alcune leggerezze, soprattutto nel finale, quando <spoiler>colto dalla disperazione, Ethan invia nel suo tempo un po' di terra e piante strappate dal suolo, e chi sta dall'altro lato, la sfrutta per salvare il pianeta!<spoiler>. Ribadisco, i dettagli non ve li rivelo. La recitazione è decente; la ricostruzione dell'ambiente futuristico è sintomo di un budget non proprio di altissimo livello; la fotografia si difende bene.

Forse la trama è un po' paradossale, ma è un discreto pop-corn movie.



Corri subito QUI, e potrai vedere questo e altro su Amazon Prime Video. Funziona su ogni dispositivo, e ovviamente anche sulla Amazon Fire Tv Stick, ora disponibile anche in 4K.

Scopri i miei ebook cliccando QUI


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts



Cerca sul Blog



')