domenica 10 maggio 2020

Uomini di Parola - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Uomini di Parola è un Gangster Movie alla vecchia maniera, con ritmo lento, ottimi dialoghi, qualche momento di azione, situazioni particolari, e un finale che... sotto sotto... lo sapevi già che andava in quella direzione.

28 anni di prigione! Val è finalmente libero. Ad aspettarlo c'è Doc, anche lui ex galeotto e suo migliore amico. I due rivangano il passato, trascorrono del tempo assieme, ma Val sa che c'è qualcosa in sospeso. Il loro vecchio boss vuole che Doc uccida Val, perché nel colpo che lo portò in prigione, il figlio del boss si fece uccidere... e Visto che Val era a capo del gruppetto, è lui il responsabile.
Il problema è che Doc non lo vuole fare. Il problema è che si trova costretto a farlo, perché il boss sa dove vive sua nipote e minaccia di farle del male.
Ha solo 12 ore per chiudere la faccenda... 12 ore sono tante, ottime per rivangare il passato, per farsi una scopata, per fare una rapina, per ballare, per rivedere un vecchio amico... ma poi arriva il momento. Doc ucciderà Val?

Dialoghi alla Pulp Fiction, ma ingentiliti dall'età senile dei personaggi. Scene alla Pulp Fiction ma ingentilite dalla vicenda che un po' di nostalgico, ce l'ha per forza. Ottima fotografia, bella regia, un film onesto. Però, lo ammetto, non lascia il segno...



Corri subito QUI, e potrai vedere questo e altro su Amazon Prime Video. Funziona su ogni dispositivo, e ovviamente anche sulla Amazon Fire Tv Stick, ora disponibile anche in 4K.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')