domenica 2 febbraio 2020

I Fratelli Sisters - #Film #recensione

Glauco Silvestri
West! Anno 1851. I Fratelli Sisters sono degli assassini prezzolati al soldo del Commodoro. Il loro incarico è quello di trovare Herman Warm, un cercatore d'oro che ha truffato il loro padrone.
Un viaggio lungo, quello di Eli e Charlie Sisters, che li porta sull'altra costa del paese, fino a San Francisco, e oltre, fino a che - finalmente - raggiungono Warm. Sulle tracce dell'uomo, però, non ci sono solo loro due. Altri killer, al soldo di MayField, altro riccone truffato dal cercatore d'oro, cercano vendetta per il loro capo. E alla fine i due fratelli si trovano costretti a fare una scelta, una scelta difficile... Difendono Warm dagli altri aggressori, e si alleano al cercatore nel tentare di costruire la sua utopia, una società dove il denaro non esiste, dove ognuno è al servizio del prossimo, dove l'avidità è sconfitta per sempre. Il problema è che il legame tra i due fratelli è già spezzato da tempo. Eli vorrebbe solamente tornare a casa, mettere su famiglia, aprire un emporio con i soldi guadagnati negl'anni al servizio del Commodoro. Charlie, vorrebbe invece proseguire nella scia di morte che il suo mestiere gli regala. Dedito più all'alcool che ad altro, lui vuole solo l'eccitazione degli scontri a fuoco, soldi da spendere nei bordelli e nei saloon, e la fama di killer imbattibile.
Ma ormai il dado è tratto. E se un tentativo di uccidere Warm durante la ricerca dell'oro è fallito miseramente, altri uomini arrivano al loro accampamento, mandati dal Commodoro, ormai stanco di attendere notizie dai Sisters. Come andrà a finire la storia?

[Spoiler] Muoiono pressoché tutti! Anche Warm, suo malgrado. E persino il Commodoro. [Spoiler] Il film è ben costruito, i personaggi sono caratterizzati alla perfezione, ma manca qualcosa... Non c'è mordente! Forse il ritmo è troppo altalenante. Forse la narrazione è troppo incentrata sui contrasti tra i due fratelli, forse tutti gli scontri si risolvono un po' troppo in fretta... 'Troppo' è una parola che alla fine si rivela troppo spesso. Alla fine mi sono persino annoiato... Chissà com'è il libro a cui è ispirato.






Corri subito QUI, e potrai vedere questo e altro su Amazon Prime Video. Funziona su ogni dispositivo, e ovviamente anche sulla Amazon Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')