venerdì 22 novembre 2019

Il Primo Re - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Continua l'elenco dei film che mi sono perso quando sono usciti al cinema. Il Primo Re è una pellicola particolare, di produzione italiana, e di indole italiana, e anche... Be', ha tanti ingredienti capaci di renderlo iconico, non solo nel nostro paese, ma in tutto il mondo.

Ed eccoci in Lazio, molti ma molti anni fa. E' il 753 Avanti Cristo. Romolo e Remo sono superstiti di una esondazione del Tevere. Si ritrovano svenuti sul territorio di Alba Longa, e vengono raccolti dalla popolazione di questa città per tramutarli in schiavi. Ovviamente, prima, bisogna superare il rito del fuoco, ove gli schiavi vengono messi l'uno contro l'altro, e solo i sopravvissuti possono sperare in un futuro tra gli albani. Però Romolo e Remo riescono a ribellarsi, e a convincere un pugno di schiavi a lottare, e a fuggire dal giogo dei loro oppressori. Con loro, in qualità di ostaggio, viene condotta anche la sacerdotessa, e ovviamente la sua fiamma sacra.
Durante la fuga, il pugno di uomini si trova costretto a entrare nelle foreste adiacenti al fiume. Si narrano brutte storie riguardo alla foresta. Spiriti, mostri... Chi vi entra difficilmente ne esce. Ma loro hanno poche opzioni tra cui pescare, e la foresta è l'unica via di fuga, l'unica via che può condurre a un punto in cui il Tevere è guadabile, l'unica speranza di salvezza dalla vendetta di Alba.
E' all'interno della foresta che Remo riesce ad acquisire il titolo di capo. Prima sfidando tutti cercando di mantenere in vita il fratello ferito, poi andando a caccia in solitaria e portando ai suoi uomini del cibo con cui sfamarsi. Ma è quando vengono attaccati da un villaggio locale che le sorti di Romolo e Remo vengono decise. La sacerdotessa annuncia che gli Dei sono a favore di un grande Re, un Re che fonderà un impero accogliendo a sé tutti gli sbandati e i fuggitivi dalle altre città. Annuncia che questo impero durerà nei secoli, e verrà ricordato come il più grande e potente di sempre. Affinché tutto ciò possa avvenire, però, il Re dovrà uccidere il proprio fratello... E Remo non riesce a compiere questo gesto. Tutt'altro. Finisce per rinnegare gli Dei, per uccidere gli uomini religiosi del villaggio, per legare la sacerdotessa a un albero facendo sì che la foresta mettesse in pratica il suo destino, e... E alla fine distrugge persino il villaggio. Ma quando il fratello, Romolo, decide di non seguire l'esempio del fratello, e di continuare a credere negli Dei, ecco che i due fratelli sono costretti a separarsi... La separazione non durerà a lungo, il destino, i soldati di Alba, farà sì che i due fratelli torneranno a combattere assieme, e torneranno nuovamente a scontrarsi tra loro per via delle convinzioni religiose... E Roma vedrà la luce.

Ben fatto, ben recitato, con ambientazioni davvero notevoli. Tutto il film è parlato in latino arcaico, e in ciò segue l'esempio di due meravigliosi film di Mel Gibson, The Passion e Apocalypto, ve li ricordate? La ricostruzione storica è avvenuta con l'aiuto di archeologi e... E' davvero un gran bel film. Ve lo consiglio. E' da guardare assolutamente.





Corri subito QUI, e potrai vedere questo e altro su Amazon Prime Video. Funziona su ogni dispositivo, e ovviamente anche sulla Amazon Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')