sabato 13 luglio 2019

Infarinatura di regole per volare... - #droni #enac #norme

Glauco Silvestri
In diverse occasioni, parlando di Droni, ho parlato di normative, regole da seguire con attenzione, perché volare può essere divertente, ma può essere anche pericoloso. Forse qualcuno potrebbe credere che quanto dico sia una esagerazione ma... Mettiamo che per un guasto tecnico il mio drone, che pesa 320 grammi circa, e vola a - diciamo - 15 km/h (n.d.r. 5m/s circa) vi cadesse sulla testa da un'altezza di 100 metri... Che effetto farebbe ricevere un proiettile di questo tipo sulla testa? Vi assicuro che non sarebbe piacevole per nulla. Ecco il motivo per cui è necessario seguire delle regole ben precise. 

Una infografica delle 'vecchie regole' presa dal video di Quadricottero News
Ma quali sono queste regole? Sfortunatamente, in questo momento preciso, le regole stanno mutando in modo abbastanza rapido. Entro il luglio del 2020 il nostro paese dovrà uniformarsi a una normativa europea appena approvata il cui scopo è quello di rendere più uniforme la regolamentazione in tutti gli stati membri. Fino a oggi, difatti, ogni nazione ha le sue regole, e non sempre queste regole si somigliano. 
Per questo motivo bisogna stare con le antenne dritte, gli emendamenti ai regolamenti attuali vengono varati di mese in mese, creando non poca confusione, visto poi che mirano a raggiungere un punto fisso che è quanto stabilito in Sede Europea. Tanto varrebbe fare subito il salto, no? Pare di no.

Ma bando alle ciance. Vediamo qual'era la situazione prima che cominciasse la procedura di adeguamento. Parlo di droni per uso non professionale, ovviamente, che è l'ambito in cui attualmente mi inserisco con il mio Tello e il mio Anafi.

Una infografica delle regole che andranno in vigore nel luglio 2020, presa dal video di Quadricottero News
Le vecchie regole sono semplici: Bisogna stare lontani dalle aree urbane, dalle zone proibite (n.d.r. Per motivi militari, strategici, di sicurezza dal terrorismo, o anche per salvaguardia dell'ambiente, come i parchi naturali), dalle ATZ (n.d.r. Zona Traffico Aeroportuale) e dalle CTR (n.d.r. Zone di Controllo, ovvero aree vicine alle ATZ e che servono a garantire la sicurezza delle operazioni di atterraggio/decollo degli aerei), dagli assembramenti di persone, e più in generale, dalle persone. Il volo è consentito solo a vista (n.d.r. VLOS) e in un'area massima attorno all'operatore con un raggio di 200 metri, e una altezza di 70 metri.

Le regole che dovrebbero entrare in vigore entro il 1 luglio 2020 sono più lasche, ma pretendono qualche onere in più: L'area di volo si allarga ai 500 metri, con una altezza di 120 metri. Si può volare in aree urbane, evitando però gli assembramenti di persone, e tenendo una distanza di sicurezza di 30 metri da eventuali persone che attraversano la nostra area di volo. Sarà possibile volare anche di notte... Sempre che il drone sia dotato di luci che permettano di vederlo, e di capirne l'orientamento (n.d.r. Anche se non conformi alle norme aeronautiche). 
I droni saranno divisi in due categorie, quelli che pesano fino a 249 grammi, e quelli che pesano di più, fino ai 500 grammi. Per tutti c'è l'obbligo di una assicurazione (n.d.r. Controllate la vostra assicurazione sulla casa, nelle responsabilità civili potrebbe già essere prevista la copertura sull'uso dei droni per uso ludico). Per quelli che pesano più di 250 grammi è necessaria la registrazione sul portale d-flight, portale gestito da ENAC, in cui è possibile vedere gratuitamente la cartografia con le aree interdette al volo, o con limitazioni al volo, nonché eseguire corsi per l'abilitazione al volo, e la preparazione e la segnalazione di piani di volo per operazioni professionali non critiche. E' inoltre obbligatorio eseguire un corso, e un test online, per l'abilitazione al volo. Infine, è obbligatorio portare con sé i manuali di volo, con il piano 'missione'. Per chi vola per hobby sarà sufficiente il manuale d'istruzioni del drone.

Una infografica delle regole che andranno in vigore nel luglio 2022, presa dal video di Quadricottero News
Dal 2022 ci sarà una ulteriore rivoluzione: I droni dovranno essere dotati di transponder. Per quelli già in commercio, il dispositivo sarà da aggiungere esternamente al drone. Per quelli di nuova produzione, il dispositivo sarà integrato. Questi ultimi avranno anche una nuova marcatura CE, che li distinguerà dai vecchi droni. I vecchi droni saranno declassati e potranno volare non più in ambito urbano come nel periodo intermedio, ma solamente a una distanza minima di 150 metri da edifici, persone, eccetera eccetera.

Per maggiore chiarezza, vi riporto qui di seguito il video da cui ho tratto le infografiche soprastanti.


Consiglio inoltre di seguire con attenzione gli articoli di Quadricottero News, in quanto la questione legislativa, come ho già accennato, è in fermento e in continua mutazione.

Riferimenti:
Qui trovate un link a tutti gli articoli dedicati alla normativa EU.
Qui trovate un link a tutti gli articoli dedicati alle normative Italiane.


Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')