domenica 5 maggio 2019

Johnny English Colpisce Ancora - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
C'era bisogno di un terzo capitolo della saga di Johnny English? Sinceramente, quando ho avuto notizia dell'uscita del film, ero entusiasta. Poi l'ho visto e... va be'!

In Johnny English Colpisce Ancora siamo giunti ai giorni nostri. English è un agente in pensione, insegna in una scuola, e sotto sotto cerca nuove reclute per l'MI7. I servizi segreti britannici sono molto cambiati da quando lui era un operativo, a ogni modo English spera sempre di poter tornare sul campo, e inaspettatamente, ecco che l'occasione arriva.
L'Inghilterra è sotto attacco hacker. Il primo attacco ha rivelato l'intera lista di agenti segreti dell'MI7. Il secondo ha bloccato il traffico cittadino di tutte le città, eccetera  eccetera. Non essendo possibile mandare agenti sul campo, i servizi sono costretti a rivolgersi agli agenti pensionati. English viene ovviamente preso in considerazione perché gli altri sono... Ehm, hanno superato i limiti d'età e sono in condizioni fisiche precarie.
E mentre English investiga, il primo ministro cerca una soluzione per tamponare la falla, chiedendo supporto a un Magnate dell'informatica americano.
Sfortuna vuole che English scopra che lo stesso magnate è coinvolto negli attacchi hacker, e che i suoi scopi siano...

Fermi tutti! Stavo per raccontarvi l'intera trama del film, ma dovrete scoprirla da soli, non credete pure voi? Sappiate però che il film ripercorre un po' le tracce del primo film. Lui passa da impiegato a operativo, viene assistito da Bough proprio come nel primo film, e incontra una bellissima spia che collaborerà con lui alle indagini (n.d.r. Olga Kurylenko, ve la ricorderete sicuramente per Oblivion, per L'uomo che uccise Don Chisciotte, eccetera eccetera). 

Per quanto il film giochi sempre sulla goffagine dell'agente MI7, su coincidenze, e puri colpi di sfortuna, oramai non convince più. L'effetto sorpresa è perso. Le interpretazioni sono sempre all'altezza della situazione, giusto Jack Lacy è poco convincente come 'super-cattivo' Jason Volta. Il film si guarda volentieri, ma non si ride più, al massimo si sorride. E alla fine, l'unica scena davvero surreale, è quella in cui english studia la villa di Volta in realtà virtuale...

Occasione persa? No, forse semplicemente gli sceneggiatori non hanno osato ad andare oltre i cliché già sperimentati in passato.



Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')