giovedì 2 maggio 2019

Il Ciclone - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Quale film ha condotto Pieraccioni nell'olimpo della commedia all'italiana? Il Ciclone, ovviamente.

Settantacinque miliardi di vecchie lire d'incasso! Quale altro film (n.d.r. Italiano) ha raggiunto un record simile? Credo che si possano contare sulla punta delle dita. 

Il Ciclone è un film perfetto nella sua semplicità. Siamo nella campagna toscana. La famiglia Quarini vive in un casolare immerso nel verde. Lui, Levante, lavora in città, fa il ragioniere, ma in casa condivide gli spazi con la sorella 'Selvaggia', con il fratello, Libero, eterno disfattista che dipinge e si pone domande teologiche (n.d.r. Dio c'è?), e il padre Osvaldo... E tutto pare avere un suo equilibrio quasi bucolico. Poi arriva un pulmino con cinque ballerine di flamenco. Sono arrivate per uno spettacolo in città e, per un caso fortuito, si perdono, non trovano l'agriturismo dove avevano prenotato, e chiedono loro ospitalità.
Ovviamente Osvaldo accetta immediatamente, e quando Levante torna a casa dopo una dura giornata di lavoro, trova la sua vita completamente rivoluzionata.

Oltre a ciò non c'è nulla da dire. Lo abbiamo visto tutti questo film, ci ha fatto ridere, ci ha fatti innamorare della bella Lorena Forteza, e ci ha fatto strabuzzare gli occhi durante il sensuale ballo di Natalia Estrada nella cucina dei Quarini.

Ogni tanto merita di essere rispolverato, e rivisto.


Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')