mercoledì 22 maggio 2019

#Dji #Tello - What Else? Impariamo a programmarlo

Glauco Silvestri
Son tre settimane che parlo del Tello e ho ancora da raccontare qualcosa. Non è stupefacente? 

Oggi vi voglio svelare un segreto di pulcinella. Il Dji Tello è anche un buon strumento di didattica. Non solo ci fa divertire volando, scatta buone foto e dei filmati niente male... Il Dji Tello è un drone programmabile. 

Era già capitato qualche tempo fa quando vi parlavo del mio R2D2, vi ricordate? All'epoca vi parlai dell'applicazione Sphero EDU, e di un linguaggio di programmazione ideato dal MIT chiamato Scratch. Con l'applicazione si poteva programmare il drone attraverso blocchi che si concatenavano tra loro (n.d.r. Proprio come avviene con Scratch), tramite puro codice, o anche tracciando con le dita dei percorsi da far seguire al vostro piccolo drone.

Il Tello offre una situazione analoga, e la espande persino a linguaggi più moderni come il Python.
Sullo store del vostro smartphone potete trovare l'applicazione DroneBlocks, questa permette di programmare il drone attraverso blocchi che si concatenano tra loro come fossero tessere di un puzzle. Idem avviene con Scratch.
Come nel caso già visto, attraverso questi sistemi è possibile far decollare il drone, fargli fare qualche evoluzione, e farlo atterrare direttamente dal computer. E' sufficiente - come accadeva anche per R2D2 - che il computer sia connesso al wifi del drone.

Ma tramite Python si può fare anche di più. Si possono sfruttare le capacità di questo linguaggio, quando lo si conosce bene, e delle SDK fornite da DJI, per portare l'esperienza a un livello ancora più elevato.
Ho trovato persino del codice già pronto, su github, che dona al Tello un rudimentale riconoscimento delle gesture. Il drone, con questo programma, riconosce il palmo della mano, e di conseguenza, lo segue muovendosi come noi muoviamo il palmo. Mica male, no?

Ma c'è di più! Da qualche tempo la DJI ha messo in commercio un Tello in versione educational. Si chiama Tello EDU, Sulla carta il drone pare essere identico al normale Tello, a parte il colore e il prezzo (n.d.r. Quasi il doppio), ma sotto il cofano ci deve essere qualcosa di più.
A parte alcune card sagomate che il Tello EDU sa riconoscere e che, di conseguenza possono fungere da riferimento in volo durante la programmazione, il Tello EDU offre la possibilità di volare in sciame, e di essere controllato tramite computer, creando vere e proprie coreografie come avviene nel video qui sotto.


Incredibile, vero? E non ho capito come ha fatto, o se il video è un fake, ma ho trovato uno che dovrebbe esser riuscito a creare una coreografia con dei Tello normali, anche se dal video appare evidente che il volo è meno preciso.


Chissà! A ogni modo, il Dji Tello è davvero un drone dalle mille sorprese.


Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')