domenica 3 marzo 2019

Si Muore Tutti Democristiani - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
La commedia all'Italiana (n.d.r. Di oggi) mi conquista sempre di più, nonostante i suoi alti e bassi, perché si nota una voglia di affrontare temi nuovi, in modo nuovo, dimenticando quindi la vecchia scuola, le macchiette, le gag, eccetera eccetera.

Si muore tutti Democristiani è una di queste commedie. La storia è quella di tre amici, Stefano, Fabrizio ed Enrico, legati dai medesimi ideali, dagli stessi sogni, e che collaborano assieme in una piccola casa di produzione cinematografica nella speranza di poter 'tornare' a realizzare documentari a tema sociale, pur lavorando su commissioni commerciali per pagare i conti e tenere in piedi l'attività.
Desiderio che sembra arrivare magicamente, assieme a un considerevole guadagno economico, a patto di... dimenticare i principi in cui i tre amici avevano sempre creduto.
E così, al momento della firma, i tre ragazzi si trovano di fronte a un grosso conflitto interiore: Realizzare i propri sogni, ma cedere a compromessi ideologici, o rimanere fedeli alle proprie idee, e veder crollare miseramente la loro attività? 
Meglio fare cose pulite con i soldi sporchi, o fare cose sporche con soldi puliti? 
La decisione non è facile da prendere, e i tre amici arriveranno persino allo scontro. 

La commedia gira attorno a un concetto molto moderno di compromesso. Gli idealisti si scontrano con la realtà, e scoprono che non tutto può essere puro al 100%. E di conseguenza il tormento interiore si arrovella sul concetto di fare i puri di cuore, vedendo però i propri sogni crollare, o viceversa avverare i propri sogni sporcando la propria coscienza.
Bravi gli interpreti a mostrare i vari stati d'animo dei tre personaggi. La regia è piuttosto convenzionale, ma efficace a raccontare la vicenda, e a raccontare il percorso interiore di ognuno dei tre amici. Il finale è intuibile, ma non ve lo rivelo, e forse il percorso che conduce a questo perde qualche colpo in ironicità, per dare spazio a una sorta di riflessione sulla complessità della vita e l'impraticabilità delle ideologie.

Alla fine, guardando questo film ci si diverte. Forse non è così brillante come ci si potrebbe aspettare, e forse ogni tanto appare qualche stereotipo un po' abusato, del resto nel titolo si nasconde una sorta di amarezza di fondo, un commento caustico al mondo di oggi, che costringe tutti al compromesso, e a cedere sulle proprie idee, per poter mandare avanti i propri progetti. Altrettanto fa il film per trasmettere il proprio messaggio.

E' una commedia interessante. Provatela.



Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')