sabato 2 marzo 2019

Ant Man and the Wasp - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Quanto tempo è passato da quando vi parlai di Ant Man? Devo ammettere che pure io non me lo ricordavo finché non sono andato a guardare su questo stesso blog. 

Nel 2018, al cinema, è comparso Ant Man and The Wasp, il seguito del precedente film con qualche connessione all'universo Marvel, con particolare riferimento a Civil War. Scott è agli arresti domiciliari per ciò che ha fatto. E non è una cosa terribile, perché nel frattempo riesce a trascorrere più tempo con sua figlia, e dedicarsi a hobby che prima non avrebbe mai immaginato. Solo che di notte è perseguitato da incubi legati alla sua esperienza sub atomica. E' dopo uno di questi incubi che Scott si convince e chiama il professor Pym, perché nel sogno si convince di aver visto sua moglie.
E la chiamata risveglia la speranza nel professore, che con la figlia Hope, comincia a costruire una macchina che gli possa permettere di raggiungere la moglie e salvarla.
Solo che... Be', non può andare tutto liscio, no? Un personaggio 'fuori fase' appare dal nulla e si intromette nei progetti del professore e sua figlia. Sarà Ant Man a dar loro una mano, e a ricostruire la fiducia perduta nei precedenti film.

Trama che non lascia sorprese, ma che diverte. Effetti speciali di cui ormai non si può più discutere perché hanno raggiunto livelli ragguardevoli, personaggi che mantengono quanto già visto nel passato, e ottime interpretazioni da parte degli attori (n.d.r. Douglas e la Pfeiffer sono due comprimari di grandissimo livello).

E' un buon secondo capitolo. Popcorn movie che non delude le attese. Per cui, se il primo vi è piaciuto, allora questo vi piacerà altrettanto. E ammettiamolo... Non vi ho proprio detto tutto nella trama.




Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')