venerdì 22 marzo 2019

Andrea Pazienza (Classici del Fumetto nr. 47, Repubblica) - #Fumetti #Recensione

Glauco Silvestri
Non avevo mai letto nulla di Andrea Pazienza. La mia compagna aveva un volumetto edito da Repubblica, una sorta di breve biografia dell'autore con uno scorcio sul suo lavoro... a partire da Pentothal, passando per Zanardi, fino al simpatico Pertini.

Pazienza è un autore affascinante, davvero bravo nel disegno, esuberante nel tratto, capace di dettagli sopraffini, così come di disegni semplici, schizzi, davvero accattivanti.
E' un autore eclettico, e le sue opere lo dimostrano. E sicuramente non è un fumettista facile da affrontare. La sua vita e le sue storie sono strettamente legate, e nei racconti è sempre possibile trovare tracce di attualità, di quotidianità, di vita vissuta.
La sua esperienza al DAMS negl'anni della contestazione sociale sono ben radicati nel psicadelico Pentothal. La Bologna underground è invece ben raccontata da Zanardi. Altre opere invece si discostano dalla attualità, per concentrarsi su una vicenda, su un filo logico, ma l'irriverenza e la crudezza rimane sempre, e di sicuro i suoi lavori non sono pensati per un pubblico giovane... Per lo meno non tutti i suoi lavori, e comunque non di sicuro per il linguaggio colorito che spesso viene usato, e per i riferimenti a sesso e droga. 

E poi c'è Pertini, un fumetto in strisce in cui si narrano le avventure del nostro amato Presidente quando ancora era partigiano. Lui, eroico e indomabile, si trova a confronto con il suo aiutante Paz, spesso imbranato, spesso impreparato, e di sicuro elemento comico della striscia.


Quindi? Non so mica se Pazienza è un autore adatto alle mie corde. Di sicuro il talento c'è tutto, e le sue capacità sono evidenti nei suoi disegni, che possono essere semplicissimi ma molto espliciti, oppure pieni di dettagli e affascinanti. Però nel piccolo excursus offerto dalla pubblicazione di Repubblica non ho trovato indizi tali da attrarre ulteriormente la mia curiosità. Le storie sono semplici, a volte addirittura prive di filo logico, e le tavole paiono esistere solo per raccontare il momento. E anche Pertini, per quanto esilarante e capace di carisma, è un'opera che mi ha portato subito a pensare alle Strumtruppen di Bonvi... 
Di conseguenza lascio a voi che mi leggete l'onere di affrontare più approfonditamente questo autore, e se già lo conoscete, di offrirmi dei consigli sull'acquisto di qualche volume più significativo.




Scopri i miei ebook cliccando QUI





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')