mercoledì 6 febbraio 2019

Echo - #Fumetti #Recensione

Glauco Silvestri
Con Motor Girl ho scoperto un nuovo autore di fumetti da seguire con attenzione. Il Natale appena trascorso è stata l'occasione ideale per regalarmi l'omnibus dedicato a Echo, un altro titolo di Terry Moore che mi incuriosiva, e visto che il volume era prodotto da Bao (n.d.r. Quindi una certezza a cui affidarsi ciecamente), eccomi qui a parlarvene.

La vicenda è semplice ma intrigante. La scoperta del secolo avviene grazie all'intuizione di una giovane scienziata (Annie). L'idea di base è che la matematica a base 10 sia approssimativa, e che invece si debba usare una base pari a 1,618 (n.d.r. Costante nota come ϕ, cioè la sezione aurea). Applicando le nozioni di fisica già note a questa nuova base numerica, ecco che molte domande senza risposta trovano finalmente la luce. In più, a lato pratico, l'azienda per cui lavora riesce a sviluppare una nuova lega, la lega 618, capace di proprietà uniche, di avere un rapporto di coesione con la biologia, di curare ferite, malattie, e di proteggere il corpo dell'essere vivente con cui è a contatto da ogni minaccia, sia essa climatica, sia essa di altro tipo.
La lega 618 diventa quindi di interesse militare, e mentre Annie viene convinta a sperimentare una tuta che possa fungere da armatura ai soldati del futuro, la sua presenza diventa scomoda. E' durante un collaudo che viene uccisa... Ma dalla sua morte si crea una catena di eventi inimmaginabile. Uccisa da un paio di missili mentre collauda la tuta, le particelle di lega 618 piovono addosso all'ignara Julie - fotografa - che si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato.
Il suo corpo viene - ovviamente - avvolto dalla lega. E lei diventa una fuggitiva, perché unica testimone di quanto è accaduto.
Ma cosa sta tramando l'esercito? Con la nuova lega è possibile creare un buco nero stabile, e da esso, le alte sfere sognano di produrre un nuovo tipo di bomba che possa far impallidire gli ordigni atomici. Ovviamente, Julie verrà coinvolta in tutto ciò, e farà quanto in suo potere per impedire che il buco nero sia creato... Perché esso potrebbe inghiottire l'intero pianeta, e far cessare l'esistenza degli esseri umani nell'universo. Altrettanto ovviamente, gli ostacoli non saranno pochi, tra cui un imprevisto: Un uomo che si crede Caino, anche lui esposto alla lega 618, e desideroso di scontrarsi con Julie per dare inizio alla fine del mondo.

Vi incuriosisce? Sappiate che nel mio riassunto ho proprio messo le linee basilari della trama, che in realtà è più complessa, visto che i personaggi in gioco sono ben di più di quanti ne ho citati. L'opera di Terry Moore è davvero una vicenda che cattura, e per quanto si tratti del solito complotto militare per avere la super bomba, e di una persona qualunque che si trova nel bel mezzo di tutto, e cerca di fare la cosa giusta, qui si va ad arricchire la vicenda strizzando l'occhio a chi ama la fantascienza, a chi ama i supereroi, a chi ama le storie tutte al femminile. Già! Perché sono le donne a salvare la situazione, con l'aiuto di qualche uomo (n.d.r. Che per lo più funge da carne da macello). 
I cliché sono i soliti: Lo scienziato megalomane; i militari guerrafondai; l'eroina affascinante ma con una vita complicata, la spalla in stile 'vedova nera' di Marvel, e l'uomo buono, gentile, coraggioso, timido quanto basta, e un po' goffo, ma non troppo.
I pregi sono tanti: L'idea di base della lega 618, le gag divertenti, l'incognita Caino, il legame con la realtà (n.d.r. Per quanto ben mixata con una grossa dose di fantasia).

Nel complesso: Echo è un fumetto che difficilmente si abbandona sul comodino, nonostante la mole di questa edizione omibus. I disegni sono quelli già conosciuti in Motor Girl, abbastanza accurati, con dettagli ben definiti, e capaci comunque di dare spazio alla fantasia. Buona anche la sceneggiatura, con tanto lavoro sui personaggi, ognuno di spessore, e ognuno affrontato in modo approfondito. E' un bel fumetto, una buona storia, una lettura affascinante. 
Ve lo consiglio vivamente.




Scopri i miei ebook cliccando QUI





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')