venerdì 11 gennaio 2019

Figli di un Dio minore - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Figli di un Dio Minore è uno di quei film che si fissa nella memoria e non se ne va più. Pellicola tratta da un romanzo meraviglioso, che per una volta non delude le attese di chi ha letto il libro - ovviamente - con la dovuta accettazione che su pellicola è necessario condensare la vicenda, e adattarla ai tempi e ai ritmi cinematografici.

La vicenda è ricca di emozioni, amore, dramma, disperazione, speranza. Siamo in un istituto per audiolesi. James è un nuovo insegnante. Sulle prime i suoi metodi di insegnamento non piacciono molto al direttore, ma la sua capacità di ottenere ottimi risultati, e di avere un feeling speciale con i pazienti, fanno cambiare presto idea a chi dirige l'istituto. Sarah è una paziente. Sordomuta dalla nascita, accolta durante l'infanzia, non se ne è mai andata per via del fatto che la madre la incolpa della 'fuga' del marito. Vive nell'istituto e si occupa delle pulizie. E' una donna intelligente, bella, e... Non c'è da sorprendersi se tra James e Sarah scatta la scintilla. Vanno a vivere assieme, ma la donna ha un carattere non molto facile da gestire, e la scintilla scoccherà non solo per amore, ma anche per rabbia e frustrazione. Tra i due il rapporto non è facile, al punto che lei fuggirà persino da casa per tornare dalla madre...

Ma come andrà a finire la storia d'amore tra James e Sarah? Dovrete guardare il film per scoprirlo. La regia è forse convenzionale, ma la vicenda si racconta bene così, e non è un caso che nel 1986 questo film ebbe 5 nomination agli Oscar. Bravissimo Hurt nei panni di James, e Marlee Matlin interpreta bene il ruolo di Sarah (n.d.r. Lei è realmente sordomuta). Poi c'è la colonna sonora... Eccezionale davvero!

Guardatelo, non ve ne pentirete.



Con un abbonamento Amazon Prime, se è presente in catalogo potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')