giovedì 27 dicembre 2018

La Truffa dei Logan - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Devo dire che La Truffa dei Logan mi ha lasciato piacevolmente stupito. Il film funziona solamente perché i personaggi sono molto diversi da quanto solitamente viene proposto in film di questo genere. Non sono dei geniacci. Non sono dei criminali incalliti. Diciamocelo... Sono dei mezzi sbandati.

I Logan sono due fratelli e una sorella. Clyde ha perso un braccio in Iraq e ora fa il barman. Jimmy era una stella del football che ha sfiorato il successo prima di farsi male - molto male - al ginocchio, e che si barcamena nei cantieri guidando i bobcat. Mellie fa la parrucchiera in città, e adora le automobili. Vivono in West Virginia, e John Denver echeggia per tutto il film, tanto che a un certo punto sia io che la mia compagna ci siam messi istintivamente a canticchiare la colonna sonora del film. I tre se la passano molto male finanziariamente, specie dopo il licenziamento di Jimmy dal lavoro. Per questo decidono di mettere in atto una rapina ai danni del Charlotte Motor Speedway durante la Coca Cola 600, l'evento Nascar più atteso dell'anno. Per il furto si fanno aiutare dall'esperto Joe Bang, che viene fatto evadere dal carcere locale appositamente per il colpo. Tutto sembra andare per il verso giusto... Ma l'FBI entra in gioco e le carte in tavola tornano a mescolarsi.

Se questa è la trama del film, però, in sottofondo ciò che guida la narrazione è la storia di Jimmy, che perde il lavoro suo malgrado, e che rischia di perdere anche la figlia, affidata alla ex moglie, la quale si prepara a lasciare il West Virginia per seguire il proprio compagno intenzionato ad aprire una concessionaria d'auto a Lynchburg. Detta in soldoni, la telecamera si concentra molto sul rapporto padre-figlia, la quale stravede per il papà, e lo vorrebbe più vicino, e difatti si trova invece costretta a vederlo allontanarsi per motivi che non riesce a comprendere. La bambina è il perno di tutta la vicenda, che pur essendo una commedia piuttosto brillante, in alcuni momenti assume comunque toni di serietà inaspettati.
Soderbergh - qui - cerca di trovare il giusto equilibrio tra le due vicende (n.d.r. Il colpo, e la vita privata di Jimmy), senza però riuscirci a pieno. La sua esperienza con tutti gli Ocean lo condiziona, al punto che pare persino paradossale tanta scaltrezza in personaggi che faticano a tenere in piedi una conversazione sensata. Anche l'apparizione improvvisa dell'FBI, nei panni di Sarah Grayson convince a metà. Hilary Swank è brava a vestire i panni dell'agente investigativo, ma il suo intervento è forse tardivo, e pare più una comparsa che un vero elemento di thrilling nella vicenda. Funziona molto meglio Daniel Craig, nei panni di Joe Bang. Davvero un personaggio ben costruito e interpretato. Il finale, poi, lascia una 'strana' porta aperta che sia io, sia la mia compagna, non abbiamo capito.

A ogni modo, tra alti e bassi, il film diverte e intrattiene a dovere. Si guarda molto volentieri perché è spensierato e non si atteggia mai a capolavoro. Perfetto per le feste natalizie.



Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')