giovedì 6 dicembre 2018

Beata Ignoranza - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Due professori, due amici di vecchia data, una storia interrotta per colpa dell'amore, si rivedono dopo molti anni di silenzio. Da qui comincia Beata Ignoranza.
Edoardo e Filippo sono praticamente agli antipodi come personalità, e comunque erano stati grandi amici, fino a che entrambi non si innamorano della stessa ragazza. Questa sceglie Edoardo, lo sposa, e dall'unione nasce Nina. Solo che al quindicesimo compleanno della ragazza il padre scopre di non essere lui il vero padre. Nina assiste al litigio tra mamma e papà, scopre di essere figlia di Filippo, e vede Edoardo uscire di casa per non ritornare mai più.
Il destino vuole che i due si rivedano proprio sul lavoro. Edoardo è un insegnante classico, ancora attaccato ai vecchi metodi, e molto distante dalla tecnologia. Filippo è invece un addicted, e anche il suo metodo di insegnamento è strettamente legato a tutto ciò che offre la tecnologia e la rete.
Un loro litigio durante le ore di lezione finisce in rete, viene visto milioni di volte, diventa virale. Nel litigio l'uno sfida l'altro a... Be' Edoardo deve entrare nel 'nuovo millennio', mentre Filippo deve rinunciare a tutto quanto. La sfida si perde quasi nell'etere ma è in questo frangente che compare Nina, diciotto anni, incinta, e con la determinazione di fare un documentario sui suoi due padri, costringendoli a rispettare la sfida lanciata involontariamente online.

Commedia esilarante, con i bravissimi Gassmann e Giallini come protagonisti. La narrazione ha un filo logico lineare attorno al quale, di tanto in tanto, compaiono flashback che vanno a chiarire i lati oscuri della vicenda. Soprattutto Nina, quasi un fantasma nel film, è comunque un elemento chiave nella vicenda, il suo elemento serio, il suo elemento drammatico. Perché la storia del documentario è in realtà un pretesto per riunire sé stessa alla sua famiglia, e per riunire i due amici che a stento si guardano per una vicenda accaduta quando ancora erano adolescenti.

Bel film, diverte e fa riflettere.



Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')