giovedì 12 luglio 2018

L'accalappiatore di Bambini - #Libri #Recensione

Glauco Silvestri
L'accalappiatore di Bambini mi ha spiazzato. Devo dire che mi aspettavo qualcosa di completamente diverso, e se per qualcuno di voi può essere un pregio, per me non lo è stato.
E' pure difficile spiegare il motivo per cui non sono stato conquistato completamente da questo romanzo. Per lo meno è difficile senza fare spoiler, per cui...

Tutto ha inizio con l'ispettore Patrick che torna a casa, trova la moglie in lacrime, e la figlia in punto di morte. Depressione post parto? Il fatto è che la moglie ha tentato di uccidere la piccola Bonnie, e lui si ritrova costretto ad arrestarla.
Passano un paio d'anni. Izzy viene rapita in casa sua. Liam viene preso dall'auto della madre mentre questa si allontana per un minuto. Frankie viene rapito dalla sua cameretta, e proprio sotto gli occhi della sorella Alice che la custodiva mentre i genitori erano fuori casa.
Tre sparizioni che vengono attribuite allo stesso criminale. E' in questa direzione che vanno le indagini perché ogni indizio conduce verso un unico denominatore. Stessa zona di residenza, stessi luoghi frequentati dai bambini e dalle famiglie... Londra è in subbuglio e ogni ora che passa ci sono meno speranze di ritrovare i piccoli, e l'ispettore Patrick ne è perfettamente consapevole... Anche se deve lottare, oltre che contro il tempo, contro le proprie emozioni (n.d.r. Visti i suoi trascorsi non può che rivangare il suo passato e il destino della piccola Bonnie), e contro alcuni colleghi che non vedono l'ora di fargli le scarpe.

Questa è la trama, e per una buona parte del romanzo tutto sembra convergere verso un unico criminale... Ma poi tutte le carte vengono rimescolate. I suggerimenti sono ben disseminati nel romanzo, ma ben nascosti, e nulla è ciò che sembra. E alla fine il romanzo parla sì di bambini scomparsi, ma [Spoiler]i criminali sono più di uno, non esiste un accalappiatore di bambini, e ogni rapimento ha una storia a sé[Spoiler].

La narrazione è scorrevole. Il romanzo presenta qualche piccolo refuso qua e là, niente di grave, e alla fine si legge velocemente. Non c'è una grande fantasia nella costruzione dei personaggi. Molto stereotipati, dal detective anticonformista tatuato, a quello arrivista che bada più al suo aspetto che alle indagini, alla poliziotta dal carattere mascolino... Senza dimenticare gli adolescenti, la ragazzina ribelle, il moroso mezzo delinquente, il 'capetto' di quartiere che vuole più bene al suo cane che ai cristiani, eccetera eccetera.
E anche sui nomi... Lennon, Winkler, non dico tutti, ma quasi, sembrano presi da note star di televisione, cinema, e musica. E durante la narrazione ci scherza pure sopra... Va be'.
No, non è un thriller, per quanto l'incipit sembri condurre il lettore in questa direzione. 
No, non è un noir, perché il mistero si traduce in una classica indagine poliziesca. 
Sì, è un giallo. 
Tanti - troppi - colpi di scena, e poche emozioni, visto che i personaggi, anche le vittime, sembrano remare contro alle indagini per... Ci stavo cascando, ma per un pelo ho evitano uno spoiler involontario.

A mio parere può essere una buona lettura da spiaggia.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')