giovedì 7 giugno 2018

Zero Assoluto - #Fumetto #Recensione

Glauco Silvestri
Mi ripeto: Ero curioso. Attratto dai disegni - ottimi - e attratto dalla tematica - interessante - ho voluto acquistare Zero Assoluto in un mercatino dell'usato (n.d.r. Ma tenuto molto bene).

Siamo sul pianeta Siberia, e il nome richiama in effetti l'ambientazione. Fa freddo! Fa molto freddo!. Su questo pianeta c'è un avamposto scientifico e, da qualche tempo, da esso non arrivano più segnali. Viene quindi mandata una nave in esplorazione. A bordo c'è un gruppo di Marines addestrati. Si tratta però di una missione strana perché la direttiva prevede il massimo sacrificio pur di non danneggiare la struttura. Insomma... Gli uomini devono scendere, fare una ricognizione, capire cosa è successo, non toccare nulla, e tornare indietro. In caso di problemi, devono intervenire senza far danni, e se la scelta è tra sopravvivere e fare danni, allora devono morire... Bella missione, eh? Ma che potrebbe accadere in una struttura scientifica su Siberia? Saranno morti di freddo a causa di qualche guasto non riparabile, giusto?
Non appena l'equipaggio arriva sul pianeta cominciano ad accadere cose strane. Un uomo li aggredisce. E' a piedi, senza tuta termica, nel bel mezzo del nulla, sul ghiaccio. Ovviamente i Marines sono preparati alle aggressioni, ma essendo in missione di soccorso, prima di 'sparare' tentano di aiutare questo sopravvissuto, il quale ringrazia ferendo uno degli uomini.
Giunti alla struttura, il Marine ferito sembra soffrire di gravi allucinazioni, e a un certo punto aggredisce il medico, che per difendersi si trova costretto a uccidere il suo compagno. Solo che dopo poco, anche il medico comincia ad avere allucinazioni, e poi istinti aggressivi e... Avete capito, vero? C'è qualcosa che non va!

Non svelerò il seguito, nel caso vogliate leggere il fumetto. Vi basti pensare a una ambientazione molto simile a quella del secondo film di Alien (n.d.r. Qui). Le allucinazioni ricordano diverse pellicole, tra cui - se ho intuito bene - I quattro dell'Ave Maria, Top Gun, Il Dottor Zivago... Con continue citazioni dal libro Il Maestro e la Margherita. La narrazione è confusa, e piuttosto lenta, per quanto non manchino alcuni colpi di scena. 

Affascina e annoia quasi contemporaneamente. Un fumetto strano...



Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')