sabato 19 maggio 2018

Indiana Jones e L'ultima crociata - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Con L'Ultima Crociata George Lucas decide di giocare il Jolly. Siamo nel 1938 e finalmente conosciamo il padre di Indiana Jones. Anche il padre è archeologo (n.d.r. Interpretato da Sean Connery), e in questo terzo capitolo della saga Shorty, ovvero Jones figlio, viene a scoprire che il padre è stato rapito mentre cercava il Santo Graal. Anche Jones figlio lo sta cercando, per conto del miliardario Walter Donovan, per cui le loro strade sono destinate a incrociarsi dopo tanti anni in cui i due non si erano parlati.
Jones toccherà Venezia, per poi andare al castello di Brunwald, in Austria, dove il padre è prigioniero. Sarà aiutato dalla avvenente assistente del padre, l'archeologa austriaca Elsa Schneider, di cui quasi si innamora, per lo meno fintanto che ella non si rivela per quella che è, una cospiratrice che collabora con il miliardario Donovan, il quale, ovviamente, vuole il Graal tutto per sé, e per i suoi alleati nazisti, che sperano di trovare nel cimelio un arma onirica capace di sconfiggere qualunque nemico (n.d.r. Un po' come accadde nel primo film della saga).

In questa pellicola, che ormai non sorprende più perché segue il filone dei film che lo hanno preceduto, per effetti speciali, azione, avventura, e divertimento, ciò che attira l'attenzione dello spettatore è il rapporto tra padre e figlio, i quali non smettono mai di stuzzicarsi, anche nel bel mezzo delle azioni più concitate. L'abbinamento tra Connery e Ford è perfetto, e nonostante tra i due ci siano solo 12 anni di differenza, gli attori riescono perfettamente a disegnare un rapporto conflittuale tra padre e figlio. Del resto, la figura di Connery è perfetta per il ruolo di Henry Jones Senior, visto che sia Lucas, e sia Spielberg, sono convinti che il padre putativo di Indiana Jones sia James Bond.

Altra chicca che si viene a scoprire in questa pellicola è l'origine del soprannome di Henry Jones Junior: Indiana era il nome del cane che aveva da piccolo... Ma nella realtà era il nome del cane di George Lucas.



Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')