domenica 27 maggio 2018

Castro - #Fumetti #Recensione

Glauco Silvestri
Sarà che è da poco che mi son rivisto I diari della Motocicletta, ma quando ho visto Castro nella libreria della mia morosa, non ho potuto fare a meno di chiederlo in prestito per poterlo leggere. Ero curioso, lo sapete, di come una storia così complessa potesse essere raccontata a fumetti. Ero davvero curioso.

La voce narrante è quella del giornalista Karl Mertens, giunto a Cuba negli anni sessanta per una intervista, e mai più ritornato in patria. Il fumetto ci racconta della vita del giornalista, dei primi momenti esaltanti a fianco di Castro, delle idee illuminate del Leader Maximo, dei suo (del giornalista) amore per una ragazza del luogo. Ci racconta anche delle difficoltà, dell'embargo degli Stati Uniti, del Che che abbandona la causa perché non più in accordo con Castro sulle politiche estere, e sull'amicizia troppo stretta con i sovietici... Racconta di quei tredici giorni che quasi annientarono il mondo. E ancora racconta delle ristrettezze economiche, della fuga dall'isola da parte di molti cubani, anche di chi era appartenuto alla ribellione sin dalla prima ora. Parla dei rastrellamenti, delle libertà che lo erano solo a parole, soprattutto per le minoranze, per i gay, per chi osava ancora esprimersi liberamente e criticare un sistema rivoluzionario che, lentamente, si stava amalgamando all'autoritarismo che inizialmente aveva combattuto. 
Racconta anche della vicinanza di Castro con il popolo, del suo essere in mezzo al popolo, al punto di lavorare nei campi assieme ai contadini, di far sì che istruzione e cure mediche fossero alla portata di tutti, di far sì che tutti avessero diritto di poter accedere alle risorse del paese, alla sua lotta contro le multinazionali e i latifondisti. Racconta del viaggio di Castro in America, del suo incontro con il vicepresidente Nixon.
L'immagine di Castro, in questo fumetto è tale che il lettore può cominciare a corrugare la fronte.
Castro era un personaggio complesso, e il fumetto lo dimostra non riuscendo a tradurre l'uomo in immagini. C'è bisogno di un lavoro più fino e approfondito per comprendere le sfumature di questo incredibile rivoluzionario, e di un altissimo personaggio politico capace, dal basso, di tenere in scacco Russia e Stati Uniti.
Si, il fumetto fallisce, e appare piuttosto frettoloso nel raccontare tutto ciò che accadde durante la vita di Fidel Castro. E come potrebbe fare altrimenti? C'è troppo materiale, troppa carne al fuoco. E anche i disegni non riescono a convincere a pieno. Forse ci sarebbe voluto un formato più grande, o un taglio della narrazione divisa in più volumi... 

Il fatto è che a volte è persino faticoso tenere il passo di questo fumetto... Sembra avere fretta di giungere ai giorni nostri, ma sono 40 anni di storia da raccontare, e sono anni davvero fitti di eventi e intrighi politici. Peccato.




Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')