sabato 3 febbraio 2018

Men in Black 2 - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
E' raro che il secondo capitolo di una saga mantenga il livello della pellicola originale, e anche Men in Black 2 soffre un pochino di questa 'sindrome' nonostante - alla fine dei conti - sia poi venuto fuori abbastanza bene dal confronto.

L'esordio del film ci mostra un J incapace di stabilire un contatto duraturo con un nuovo partner. E' oramai il migliore tra i MIB, e le nuove leve scelte da K non riescono proprio a reggere il confronto. Ma il mondo va avanti, e così le minacce che ogni giorno insidiano la sopravvivenza del nostro bel pianeta. In questo caso a minacciare la Terra è un alieno - Seerlena - in cerca della Luce di Zarta, una pietra aliena capace di dare a chi la possiede l'intero dominio sul pianeta Zarta. Il problema è che ufficialmente la Luce di Zarta non si trova sulla Terra, ufficiosamente invece lo è, e che solamente K sa dove si trovi. Così mentre Seerlena mette a ferro e fuoco la sede dei MIB, J deve andare a cercare K, recuperare la sua memoria, recuperare la Luce di Zarta e...

E' vero, lo riconosco... J e K sono una coppia fenomenale e non avrebbe mai potuto esistere un film sui MIB senza di loro. E il film è ben costruito, è divertente, e ha dei momenti davvero perfetti. Non c'è più la sorpresa che regalò la prima pellicola, ma è una cosa più che normale.

Bello al punto giusto. Lo si guarda davvero volentieri.

Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')