domenica 25 febbraio 2018

La Passione di Cristo - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Credo sia il più bel film diretto da Gibson. La passione di Cristo è davvero un film completo, originale, crudo, e davvero ben interpretato.

La trama è nota, vero? Non c'è bisogno di descriverla, sono le ultime 12 ore di vita di Gesù. E' invece doveroso concentrarsi sulla capacità del regista di regalare una narrazione cupa, intensa, che inchioda lo sguardo allo schermo anche quando non ci sono colpi di scena, dialoghi (n.d.r. Tutto il film è in aramaico per rendere tutto più realistico. E' inutile cercare il doppiaggio, al massimo potete attivare i sottotitoli), o effetti speciali fantasmagorici. Il realismo domina sovrano. Eppure si salta sulla sedia durante la flagellazione, ci si commuove durante il cammino lungo la via crucis, e... E' una esperienza davvero emozionante.

Un vero gioiello... 

Con un abbonamento Amazon Prime, potete guardarlo via web con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

2 commenti:

  1. Ne ho visto qualche scena da youtube, e ne sono rimasto scioccato, anche se sapevo di cosa si trattava. Ho letto anche un'intervista al protagonista, che dopo aver girato il film si è convertito e ora gira il mondo con conferenze in cui porta la sua testimonianza di fede cristiana (su youtube si trovano suoi video. Tra l'altro racconta che durante la scena della via crucis si è realmente fatto male alle costole e anche di brutto, ma ha voluto continuare a girare ugualmente per rendere la recitazione più realistica.

    RispondiElimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')