venerdì 15 dicembre 2017

Goliath - #SerieTV #Recensione

Glauco Silvestri
Goliath è una di quelle serie televisive che all'inizio ti cattura, poi perde un po' di grip sull'attenzione, e sul finale ti lascia un po' basito.

Il tema ci ricorda l'antico scontro mitologico tra Davide e Golia, che proiettato ai giorni nostri è ridisegnato come uno scontro tra due avvocati di successo (uno caduto in disgrazia a causa del suo carattere non proprio facile e del suo attaccamento alla bottiglia), tra uno studio legale di altissimo livello e uno di infimo ordine, tra una famiglia comune e un colosso militare statunitense.

Siamo a Santa Monica, in California. L'avvocato Billy McBride, un tempo rinomato legale e fondatore dello studio Cooperman & McBride, è ora in rovina. Lasciatosi dalla moglie Michelle - che ancora lavora come socio alla Cooperman&McBride - vive in un motel, in compagnia di una bottiglia e di un cane randagio, odiato a morte dall'ex compagno Cooperman, ricavando qualche dollaro fancendo il legale per le persone meno abbienti.
Tra le sue mani capita però una causa che lo rimette in carreggiata. La sorella di un uomo dichiarato morto suicida non molto lontano dalla costa di Santa Monica decide di dichiarare guerra alla multinazionale per cui lavorava il fratello... Lei è convinta che quest'ultimo non si sia suicidato, bensì sia morto mentre svolgeva qualcosa di illegale per conto della società per cui lavorava.
La causa - che avrebbe potuto essere liquidata in fretta con un accordo economico - finisce in tribunale a causa della testardaggine delle parti. Gli eventi si ingigantiscono di udienza in udienza, rivelando che in gioco c'è ben di più che un semplice caso di omicidio. L'odio di Cooperman si intravede in ogni mossa legale dello studio avversario a Billy. Ma a ciò si aggiungono anche le rivalità tra gli associati dello studio, non ultima una certa invidia per Michelle, che all'allontanamento di McBride dallo studio, è diventata de-facto la numero 2 dell'intera compagnia legale.

Il castello di carte cresce di puntata in puntata, senza mai regalare spiragli, ingigantendo un complotto le cui parti in causa vorrebbero invece finisse presto. I ricatti solo all'ordine del giorno, e i personaggi vengono sfruttati, uccisi, sviati, manipolati, senza troppe remore. La regia è abile nel non mostrare più di quanto necessario, e gli attori sono tutti di altissimo livello, senza dimenticare una sceneggiatura davvero ben costruita. Però... Però a lungo andare mi sono annoiato. Il livello di intrighi che finisce per sfogarsi in rivalità personali, che manipola la vita delle persone come fossero marionette, eccetera eccetera, è eccitante sulla carta, ma nella realizzazione pratica non ha mantenuto alto il livello di attenzione durante la visione dell'intera serie.
Questo non significa che Goliath sia una brutta serie, tutt'altro, è acqua fresca in un carnet di prodotti che sembrano sempre più l'uno uguale all'altro, ma c'è un quid per cui il prodotto non è riuscito a coinvolgermi al 100%... Ed è un peccato.



Volendo, se avete un abbonamento Amazon Prime, potreste anche guardarvelo in streaming, partendo con un click qui, oppure direttamente su una Fire Tv Stick.

Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')