venerdì 10 novembre 2017

Enemy - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Devo dire che il finale di Enemy mi ha spiazzato... E' una cosa che non capita spesso, e del resto non capita spesso un film come questo, perché - per certi versi - ricorda un po' le origini di Jake Gyllenhaal, che di sicuro è capace di mettersi in gioco in ogni pellicola in cui decide di comparire.

Tratto da L'uomo duplicato, di José Saramago, il film ci racconta la storia di un professore di filosofia - divorziato senza capirne il motivo, con una relazione freddina con una nuova ragazza, e incapace di instaurare dei veri e propri rapporti umani - che scopre improvvisamente un sosia. Quest'ultimo è un attore di medio successo, sposato con una donna incinta di 6 mesi, e con una vita misteriosa in cui... Be', devo ancora capirci qualcosa io, figuratevi se riesco a spiegare ciò che combina questo attore quando esce da solo la notte. A ogni modo il film gioca sulla dualità dei due personaggi, che si incontrano, e a un certo punto finiscono persino di scambiarsi la donna senza che questa ne sia a conoscenza. Un gioco di specchi in cui il sesso è solo uno dei tanti livelli di riflessione, perché nella realtà il percorso è completamente introspettivo, e neppure troppo semplice da comprendere, se non dopo lunga riflessione.

Film davvero ben interpretato. Bravissimo lui, in un ruolo duale tutt'altro che semplice, e brave le donne, che si son trovate a dipingere ruoli davvero complessi. La regia è perfetta, lineare, fumosa, grigia, così come lo sono le ambientazioni, che rispecchiano gli stati d'animo dei personaggi, e dipingono così un assieme davvero uniforme.

Il film mi è piaciuto molto ma, lo ammetto, ho appena comprato il romanzo, perché ci sono alcuni elementi che mi sfuggono, e spero che il testo da cui ha avuto origine mi sappia aiutare.



Volendo, se avete un abbonamento Amazon Prime, potreste anche guardarvelo in streaming, partendo con un click qui.

Scopri i miei ebook cliccando QUI





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')